Cattivo Pagatore Roma Centro

Questa scheda è stata visualizzata 162 volte
Cattivo Pagatore Roma Centro
User Rating: 0 (0 votes)

Da quello che hai letto precedentemente pur passando da Cattivo pagatore Roma centro potrebbe apparire assai semplice essere considerati  nullatenenti basterebbe infatti non avere nulla di intestato (immobili, automobili), nessun reddito (da lavoro autonomo, dipendente o pensione), nulla di pignorabile presso la propria abitazione e conto corrente in rosso o addirittura inesistente. situazione che per molti non sarebbe nemmeno troppo difficile da mettere in atto, specie sapendo che di li a breve un ufficiale giudiziario busserà alla loro porta. sono moltissimi quelli che si liberano di tutti i loro averi per apparire come nullatenenti evitando di pagare i creditori. il problema è che non sempre queste “pseudo simulazioni” vanno a buon fine, perchè sarà sempre possibile per il creditore avviare azioni revocatorie su vendite, ad esempio di immobili, effettuate poco prima di ricevere un atto di precetto, chiaramente in difetto del creditore stesso o su altre azioni messe in atto dal debitore per sottrarsi al pagamento dei suoi debiti.

tra le altre cose, non basta privarsi di tutti i propri averi per un determinato periodo di tempo perchè è fondamentale che la situazione si protragga, anche per tutta la sua vita visto che i creditori, a meno che non facciano cadere in prescrizione il proprio credito, potranno rivalersi sul debitore per tutta la vita, addirittura anche sugli eredi che non rinunceranno espressamente all’eredità. e’ utile tener presente che il debitore, potrà godere di singoli beni ottenuti in comodato dai suoi parenti, come ad esempio l’abitazione, o un’automobile. in linea di massima non l’usufrutto perchè anche questo potrebbe essere pignorato. il vero nullatenente è quello che appare completamente a “zero” per il fisco, che non è proprietario di beni mobili e immobili, che non ha redditi né conti correnti bancari o postali.

per verificare questa situazione sono disponibili due importantissime banche dati che consentono di monitorare la situazione reddituale di tutti i contribuenti italiani: l’anagrafe dei conti correnti: in cui sono presenti le informazioni relative ai conti correnti bancari, postali e altri depositi di qualsiasi genere come azioni, obbligazioni, libretti al portatore, ecc.; l’anagrafe tributaria: all’interno del quale confluiscono tutti i dati relativi alle diverse tipologie di reddito che percepisce un contribuente (redditi da lavoro autonomo, dipendente, pensioni, redditi fondiari, affitti percepiti, investimenti, ecc.). grazie ad una recente riforma, ogni contribuente, creditore con un titolo di credito in mano, potrà accedere a tali informazioni create con lo scopo preciso di smascherare i furbetti. ecco perchè non è così semplice sfuggire al fisco, o ai creditori, se si è indebitati.

come essere proprietario di beni e renderli impignorabili  come hai potuto vedere è difficile che esista in realtà un nullatenente effettivo… chi può vivere di sola aria, senza vestiti, senza redditi, senza alcuna proprietà?  il concetto di nullatenente è pertanto più teorico che pratico perchè viene rappresentato come la fotografia di un contribuente che normalmente fa una vita normale, senza lasciar traccia di proprietà, redditi, o depositi bancari.

nell’arco di una vita, prima o poi, anche i “meno abbienti” acquisteranno qualcosa, e questo “qualcosa” muterebbe la condizione di nullatenente in possedente e quindi, soggetto ad eventuali pignoramenti o azioni esecutive.   non ci si nasconda dietro a un dito, pensate forse che i nullatenenti vivano sotto un ponte? vadano in giro a piedi o mangino alla mensa dei poveri?

Tel: 0645548090