Massaggio Tantra Roma Centro

Questa scheda è stata visualizzata 19 volte
Massaggio Tantra Roma Centro
User Rating: 5 (1 votes)

Considerati quasi gli unici strumenti utili per combattere la cellulite, le manipolazioni effettuate nel Massaggio tantra Roma centro spesso vengono additate come inefficaci, nel caso di risultati non veloci o non sperati, come si vorrebbe.

Ma non sempre si utilizzano le tecniche adeguate, le diete correlate e le mani più sapienti nella massoterapia…prima di tutto, è bene sapere che in realtà, i massaggi anticellulite veri e propri non sono denominati tali, dato che la dicitura più adeguata dovrebbe essere quella dei massaggi linfodrenanti, i quali agiscono  sulla circolazione linfatica appunto, stimolandola nel suo processo di rimozione delle scorie. Un processo attivato per evitare che l’accumulo dei grassi continui a depositarsi nelle zone più soggette alla formazione della cellulite. Questa patologia, un vero proprio disturbo della pelle, è infatti causato da una cattiva circolazione del sangue, che provoca il ristagno dei liquidi all’interno dei tessuti adiposi. I livelli di cellulite sono 3: edematosa, fibrosa e sclerotica; in relazione, le cure e i Massaggio tantra Roma centro sono variabili, destinati a tali differenti livelli.

L’azione anticellulite di un vero massaggio drenante Grazie alla tecnica di manipolazione, efficace per combattere gli inestetismi della cellulite, il massaggio linfodrenante consente di modellare la cellulite stessa, donando un aspetto migliore alle parti del corpo da trattare. Il linfodrenaggio agisce ad un livello meno profondo, tramite movimenti delicati di sfioramento, frizione e impastamento mentre, per agire ad un livello più profondo, il massaggio connettivale predilige una maggiore pressione delle mani per agire fino ai tessuti. Quando si agisce con dei massaggi anticellulite connettivali, le manovre di manipolazione sono molto profonde, effettuate con indice e pollice; forniscono delle scosse alla cute, stimolando tessuti e muscolatura. Tali movimenti di massaggio sono decisi e possono risultare leggermente dolorosi. Il massaggio linfodrenante, detto anche massaggio emolinfatico circolatorio, pone come obiettivo primario la stimolazione del sistema linfatico e della circolazione sanguigna, riattivando in particolare la microcircolazione delle zone affette da cellulite.

Il ristagno dei liquidi che è alla base della formazione della cellulite, va combattuto tramite questa manipolazione in grado di agire per diversi gradi. Prima sui linfonodi, liberandoli dalla linfa, che andrà deviata verso i reni e drenata. Dopo, convogliando la linfa presente nella cellulite, verso i linfonodi che saranno così liberi. In tal modo si riduce il gonfiore localizzato, in modo non invasivo né doloroso. Per essere efficace, un massaggio anticellulite che funziona deve presentare un verso dal basso verso l’alto. Si parte, in genere, dalle caviglie fino all’inguine e ai glutei, arrivando fino all’addome. La parte in cui si friziona, consente una micro-vibrazione che scuote i tessuti, mentre nell’impastamento i polpastrelli la pressione delle dita crea il suo effetto benefico sulla microcircolazione.

Aumentare l’effetto benefico dei massaggi Il linfodrenaggio e il massaggio anticellulite connettivale sono tecniche di manipolazione che possono essere adoperate in combinazione, magari supportate dall’utilizzo degli oli essenziali, facilmente assorbiti dalla pelle per aumentare l’effetto drenante. Inoltre, spesso è prevista alla fine del massaggio l’applicazione di una crema specifica anticellulite. Qualcuno pensa che dopo un trattamento di massaggi avvengano dei “miracoli”, relativi alla sparizione della cellulite? In realtà, tutto il lavoro del massaggiatore o massaggiatrice, va abbinato ad una alimentazione adeguata, magari senza sale, ad un’attività fisica quotidiana e costante, evitando fumo e alcol; così come a volte è necessario un monitoraggio nel caso di alcune patologie in corso o predisposizioni alla ritenzione idrica, accumulo dei grassi, etc.

Tel: 0645548090